184b7cb84d7b456c96a0bdfbbeaa5f14_LA Lanciano il Santuario dell’ordine francescano accoglie la manifestazione divina di un miracolo: intorno all’anno 700: mentre un sacerdote celebrava la messa, l’ostia e il vino consacrati si sono trasformati in carne e sangue. Oggi il Santuario, rinominato Santuario del Miracolo Eucaristico è meta di un intenso pellegrinaggio.

Si tratta del più antico miracolo eucaristico tra quelli riconosciuti dalla Chiesa cattolica. La più antica documentazione scritta conosciuta, tuttavia, risale al 1586. Secondo il racconto tramandato, un monaco basiliano, mentre celebrava la Messa nella chiesa dei Santi Legonziano e Domiziano, dubitò della presenza reale di Gesù nell’eucarestia. In quel momento l’ostia sarebbe divenuta carne ed il vino si sarebbe tramutato in sangue. Nei secoli successivi la chiesa dei santi Legonziano e Domiziano passò dai monaci basiliani ai benedettini e quindi ai francescani, i quali nel 1252 iniziarono la costruzione di una nuova chiesa, dedicata a san Francesco, sopra quella esistente e vi abitano tuttora.

La cappella che custodisce il preziosissimo Tesoro eucaristico costituito dalle Sante Reliquie è adornata di dipinti restaurati con cura eccelsa e monumenti marmorei di grande fascino artistico.

Le reliquie del Miracolo Eucaristico sono permanentemente esposte sull’altare della Basilica di Lanciano.

Per maggiori informazioni consigliamo la lettura del sito ufficiale: Santuario del Miracolo Eucaristico

La Basilica è facilmente raggiungibile dall’Hotel Amico: visualizza la mappa e il percorso